Sunday, May 23, 2010

23 Maggio 1992 - 23 Maggio 2010

Giovanni Falcone, Francesca Morvillo,Vito Schifani,Rocco Dicillo,Antonio Montinaro .

"Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande. Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno. In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere." Giovanni Falcone

Friday, May 21, 2010




C'è SOLELUNA dentro di me, c'è l'acqua e c'è il fuoco, c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco c'è SOLELUNA dentro di me, c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco certe sere amico mio mi viene in mente come certe sere prima di dormire io ripenso a quanto è complicato il cuore e dico lo sa solo DIO come è difficile andare fino in fondo nelle scelte che si fanno come è difficile restare al mondo vivere coerentemente vivere in mezzo alla gente scegliere quello che è buono distribuire agli amici il perdono c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco Certe sere amico mio mi viene in mente come certe sere prima di dormire io io fino all'alba non riesco a dormire e sono albero e poi sasso sono un gabbiano che diventa cielo e sono pioggia e lampadina e sono un asino che prende il volo che prende il volo c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco ATOMO CON ATOMO MOLECOLA CON MOLECOLA CELLULA CON CELLULA TESSUTO CON TESSUTO OSSA PELLE E MUSCOLI ANIMA E CERVELLO MADRE PADRE E FIGLIO SORELLA E FRATELLO AMICO COMPAGNO PAESANO E COMPAESANO UOMO AMBIENTE TERRA VICINISSIMO E LONTANO PIANETA COL SATELLITE LA STELLA COL PIANETA LO ZERO E L'INFINITO LA A, LA ZETA
c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco E sono albero e poi sasso sono un gabbiano che diventa cielo e sono pioggia e lampadina e sono un asino che prende il volo e sono un pesce che diventa cane sono un cavallo che diventa sedia una matita che disegna case e queste case che diventan pane e questo pane che diventa vino e sono un vecchio che torna bambino c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è notte, giorno, terra e mare, c'è troppo e c'è poco c'è SOLELUNA dentro di me c'è SOLELUNA dentro di me c'è SOLELUNA dentro di me c'è l'acqua e c'è il fuoco c'è troppo e c'è poco dentro di me .





Mai ascoltare una canzona in piena notte ...finirai per cantarla tutto il giorno come un ronzio di una mosca fastidiosa ...quanti ricordi ....
e adesso prepariamoci per il we di sole di cene e picnic! Ole`!

Tuesday, May 18, 2010

video

Il mare della mia Isoluzza ...
...dopo una splendida giornata di sole qui a Madrid , mi sono concessa una sana "nostalgia" sicula

Sunday, May 16, 2010

L'anima e il suo destino

"Non esiste un mondo peculiare della religione, nel quale valgono leggi e possono avvenire cose del tutto differenti rispetto al mondo reale. Non c'è che un unico mondo, e se si crede davvero che la religione cristiana abbia qualcosa di importante da dire quanto all'origine e alla direzione del mondo, e degli uomini che lo abitano, si deve essere in grado di argomentarlo al cospetto del sapere che il mondo ha di se stesso, cioè scienza e filosofia."
(V.Mancuso)

Tuesday, May 11, 2010

meglio essere un cervello in fuga o sperare che qualche volta sia tu a fuggire dal tuo cervello???

Saturday, May 08, 2010

EL PELIGRO DE UNA SOLA HISTORIA...

Chimamanda Ngozi Adichie (Enugu, 15 settembre 1977) è una scrittrice nigeriana di etnia Igbo.

Le sue opere principali sono Ibisco viola (Fusi orari, 2006), incentrata sui traumi causati da un padre fanatico religioso, e Metà di un sole giallo (Einaudi, 2008), che narra la storia di due sorelle sullo sfondo della guerra del Biafra. (by Wikipedia)

Questo video mi ha molto colpito e mi ha fatto riflettere su come spesso ci sono immense moltitudini di uomini che passano su questa terra senza che la storia se ne avvede , senza che nessuno se ne accorge ; passano senza lasciare traccia alcuna che possa darci un barlume di verità sulle loro vicende , o vicissitudini, su questa terra. Sorge, allora ,il sospetto che la storia sia soltanto testimone di “certi fatti “, e di “certi tempi” e di “certe verità “, quelle dei potenti che si scrivono, o si fanno scrivere, la storia! La storia del loro potere, dei loro fini, che non coincidono con i nostri! Né con quelli dell’intero genere umano!
Chi raccontera` la storia dell`Africa? Cosa leggeranno le generazioni future su questo meraviglioso Continente?...buona visione!

http://www.ted.com/talks/lang/spa/chimamanda_adichie_the_danger_of_a_single_story.html

Wednesday, May 05, 2010

Dedicato agli adulti!


Dite: è faticoso frequentare bambini. Avete ragione.
Poi aggiungete: bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli.
Ora avete torto. Non è questo che più stanca. É piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino all'altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi.
Per non ferirli.
Janusz Korczack